Quali permessi occorrono per installare sistemi di videosorveglianza?
7 Ottobre 2023

Quali permessi occorrono per installare sistemi di videosorveglianza?

Per installare sistemi di videosorveglianza, le regole sulla privacy variano a seconda della situazione. Le telecamere all’interno delle case non richiedono permessi, ma è importante rispettare la privacy dei conviventi. Sul pianerottolo di casa, i condomini possono installare telecamere senza il permesso del condominio. Telecamere nel giardino o sul marciapiede richiedono cartelli di avviso. Sul luogo di lavoro, le telecamere sono ammesse solo per specifiche finalità e devono rispettare accordi sindacali o autorizzazioni. Le telecamere nascoste sul lavoro sono permesse solo per gravi illeciti. Nelle auto, le dashcam non richiedono autorizzazioni, ma le registrazioni devono proteggere la privacy altrui.

Non tutti conoscono le regole sulla privacy che si applicano quando si installano sistemi di videosorveglianza. A seconda delle situazioni, ci sono regole diverse da seguire, vediamole di seguito.

(Se vuoi saperne di più sull’argomento, continua su: Quali sono le leggi e le normative sulla videosorveglianza per abitazioni e aziende?).

Telecamera all’interno di una casa

Per installare una telecamera di videosorveglianza all’interno di una casa, non è richiesto alcun permesso o comunicazione alle autorità. Se sei il proprietario o l’occupante della casa, hai il diritto di installare un sistema di videosorveglianza senza dover chiedere l’autorizzazione di nessuno. Tuttavia, è importante conoscere alcune fondamentali regole sulla privacy.

  • Se impieghi una colf o una badante, puoi tenere una telecamera solo se non la usi per controllare il loro lavoro.
  • Se decidi di installare una telecamera con l’obiettivo di ottenere prove di gravi illeciti, come il furto, puoi farlo senza chiedere alcuna autorizzazione.
  • È importante comunicare la presenza della telecamera al lavoratore domestico se è installata con il suo consenso.

Inoltre, è fondamentale rispettare la privacy dei conviventi (coniugi, figli maggiorenni, ecc.) all’interno della casa. L’installazione di telecamere che possano violare la loro privacy costituisce un reato.

Telecamera sul pianerottolo di casa

Ogni condomino può installare una telecamera sul pianerottolo comune senza chiedere il permesso al condominio. Non è obbligatorio informare l’assemblea o l’amministratore. Tuttavia, alcune regole di privacy devono essere rispettate. Ad esempio, l’obiettivo della telecamera non deve essere rivolto verso le parti comuni o le proprietà private degli altri condomini, ma unicamente in direzione della propria porta.

Telecamera in giardino o sul marciapiede

Se vivi in una villa, puoi installare telecamere nel tuo giardino privato senza chiedere autorizzazioni alle autorità. Lo stesso vale se intendi installare una telecamera rivolta al cancello o al marciapiede pubblico. Tuttavia, quando le telecamere sono posizionate all’esterno, è necessario affiggere cartelli di avviso per informare i passanti. Inoltre, devi evitare di registrare volti o targhe di altre persone, a meno che non offuschi tali informazioni.

Telecamere sul luogo di lavoro

Per le aziende o i luoghi di lavoro con dipendenti, le regole sulla privacy devono essere rigorosamente rispettate. Le telecamere sul luogo di lavoro sono ammesse solo se soddisfano specifici criteri:

  • Tutela del patrimonio.
  • Tutela dei lavoratori.
  • Esigenze di organizzazione e produzione.

L’installazione della videosorveglianza deve avvenire d’intesa con le organizzazioni sindacali o, in loro assenza, previa autorizzazione dell’Ispettorato del lavoro. Inoltre, i dipendenti devono essere informati della presenza delle telecamere attraverso avvisi appropriati.

Telecamere nascoste sul luogo di lavoro

Le telecamere nascoste sul luogo di lavoro sono lecite solo se sono funzionali a ottenere prove di un grave illecito per il quale esistono gravi indizi di responsabilità penale nei confronti di un dipendente specifico.

Telecamere in auto

Non è necessaria alcuna autorizzazione per installare una telecamera in auto rivolta verso la strada, come le dashcam. Tuttavia, non puoi condividere o pubblicare registrazioni contenenti volti o targhe di altre persone senza offuscare tali informazioni.

Telecamera rivolta all’auto parcheggiata

È consentito installare una telecamera sul balcone di casa rivolta verso la tua auto parcheggiata al fine di prevenire furti o atti di vandalismo. È importante informare l’assemblea di condominio e assicurarsi che la telecamera non riprenda spazi comuni condominiali o costituisca un mezzo di controllo degli altri condomini.

Spioncino con telecamera

Ogni condomino può sostituire lo spioncino tradizionale con uno spioncino digitale che controlla la porta d’ingresso. Tuttavia, lo spioncino digitale non deve offrire una visuale più ampia di quanto farebbe uno spioncino tradizionale. In ogni caso, è importante rispettare la privacy delle persone che vivono nell’edificio.

In sintesi, installare sistemi di videosorveglianza richiede attenzione alle leggi sulla privacy e il rispetto delle normative vigenti. La conoscenza delle regole adeguate è essenziale per garantire che il tuo impianto di videosorveglianza sia conforme e legale. La sicurezza è importante, ma deve sempre essere accompagnata dal rispetto dei diritti degli altri.

Ti potrebbe interessare:

Contattaci per ricevere assistenza, supporto tecnico o commerciale.

Mettiti in contatto